Comunicato stampa – Efficienza energetica: il M5S contro la proposta di riforma dei certificati bianchi. Una nuova marchetta ai produttori di energia

Comunicato stampa – Efficienza energetica: il M5S contro la proposta di riforma dei certificati bianchi. Una nuova marchetta ai produttori di energia

Roma, 14 ottobre 2014 – La riforma del sistema dei Certificati Bianchi proposta dal ministero dello Sviluppo economico è irricevibile perché mina nel profondo la possibilità di investire in efficienza energetica e nelle fonti rinnovabili. Ecco perché in Commissione Industria abbiamo votato per una nostra risoluzione che impegna il Governo a rivedere la sua posizione al fine di favorire un meccanismo efficiente per la realizzazione di interventi rivolti al risparmi o e alla riduzione dei consumi energetici anche in ambito edilizio e con l’impiego di fonti rinnovabili.

Altro che piano strategico del governo per la lotta contro i cambiamenti climatici. La verità è che l’esecutivo sta togliendo terreno a qualsiasi forma di incentivo alla riduzione dei consumi energetici allo sviluppo di energia pulita. Facendo passare questo atteggiamento come necessario all’equilibrio di mercato.

Ma il mercato di chi? Di fatto si vuole continuare a reggere il gioco dei colossi dell’energia che traggono enormi profitti a danno dei cittadini e dei piccoli produttori. Come abbiamo già denunciato, se il Mise non cambierà la posizione avremo un aumento dei costi per le fasce più deboli della popolazione; si impedirà ai piccoli proprietari di casa di investire in efficienza energetica; si scoraggerà il risparmio facendo aumentare i consumi e sosterrà l’uso di energia da fonti fossili, anziché quella da rinnovabili.

Se è così che Renzi pensa di dare il proprio contributo alla lotta contro il riscaldamento globale, forse dovrebbe ripensarci e cambiare rotta. Seguendo in merito almeno le indicazioni della Commissione europea ma anche quelle di Papa Francesco.