Efficienza energetica, l’emendamento Pd regala 40 milioni di euro ad Enel?

Efficienza energetica, l’emendamento Pd regala 40 milioni di euro ad Enel?

A quanto sembra, l’emendamento al “DL Mezzogiorno” a firma della parlamentare Pd Cinzia Maria Fontana, potrebbe avere un solo unico beneficiario, ovvero Enel.

Stiamo verificando se quanto riportato da alcuni organi di stampa sia vero. E nel caso lo fosse, si tratterebbe di un fatto estremamente grave. Perché gli operatori del settore attendono da tempo la pubblicazione del nuovo decreto sui Certificati Bianchi, che sono il meccanismo normativo attraverso cui accedere agli incentivi per l’efficienza energetica, oggetto di questo emendamento.

Come racconta anche il quotidiano QualEnergia sul suo sito, un emendamento simile era già stato presentato in occasione del Milleproroghe. Anche se poi era stato stralciato. Ed eccolo ora ricomparire in votazione nella Commissione Bilancio della Camera modificato e pronto per essere inserito nel Dl Mezzogiorno.

“In gioco nell’ambito del progetto ci sono in totale 440.322 titoli di efficienza energetica: l’emendamento potrebbe fruttare da 44 milioni a 66 milioni di euro circa”, riporta ancora QualEnergia.
I soldi per sostenere questo provvedimento, naturalmente arriverebbero in parte dalle bollette dei consumatori, e in parte dai distributori stessi di energia, a cui gli utenti già pagano parte della loro bolletta elettrica.