Ddl concorrenza: M5S, restano le marchette alle lobby

Ddl concorrenza: M5S, restano le marchette alle lobby

Roma, 5 apr – “Marchette e lobby. È la ricetta usata dalla maggioranza per il Ddl Concorrenza, nel quale non solo restano tutti i favori alle lobby dell’energia volute dall’ex ministro Federica Guidi, ma che saranno ulteriormente rafforzati da questo provvedimento che vogliono portare in discussione direttamente in Aula. Il risultato sarà un aumento della bolletta del 20% per 24 milioni di clienti tra famiglie e imprese”. Lo affermano i senatori del Movimento 5 Stelle Gianni Girotto e Gianluca Castaldi.

“Oltre che – continuano – una chiusura pressoché totale di un vero mercato libero e della promozione dell’autoproduzione di energia attraverso i Sistemi di distribuzione chiusi (Sdc). Così la maggioranza garantisce solo le rendite oligopolistiche, facendo pagare il conto a decine di milioni di utenti elettrici”.