La crisi delle banche non era inevitabile

La crisi delle banche non era inevitabile

Siamo nella pausa delle festività natalizie e proprio in questi giorni si conclude l’esperienza della Commissione d’inchiesta sulle banche, che dopo tutti gli scandali per il Pd era inevitabile e l’ha utilizzata come “carota” elettorale, anche si è poi trasformata in un boomerang. In questi quattro mesi abbiamo capito e scoperto comportamenti poco lodevoli, per non dire scorretti, di alcune banche: prassi che hanno potato all’attuale crisi e che vanno corrette subito.

Anche perché ci hanno sempre detto che questa crisi era inevitabile. Ma è davvero così? No, non lo è, e lo dimostra il fatto che banche di altra natura, come quelle che rispondono a logiche di finanza etica, non hanno subito le stesse conseguenze della crisi finanziaria globale come le altre, ma al contrario hanno reagito dando una mano all’economia reale.
Semmai è la politica, rea di aver asfaltato la strada a un sistema bancario “classico”, che ha troppe volte dimostrato spregiudicatezza e sprezzo delle regole, ad avere una buona parte di responsabilità.