Primo grande passo verso quell’obiettivo che il M5S persegue da sempre: il superamento dei combustibili fossili.

Primo grande passo verso quell’obiettivo che il M5S persegue da sempre: il superamento dei combustibili fossili.

Roma, 24 gen. (AdnKronos) – “L’intesa raggiunta questa mattina in Consiglio dei ministri rappresenta un primo grande passo verso quell’obiettivo che il M5S persegue da sempre: il superamento dei combustibili fossili. Una politica energetica basata su questi ultimi appartiene al secolo scorso ed è giunto il momento di guardare avanti. Redigere per la prima volta una Carta Nazionale che indichi quali sono le porzioni di territorio eventualmente compatibili con l’estrazione, iniziare a fermare i permessi di ricerca e aumentare di 25 volte i canoni annuali di coltivazione sono i primi step verso quell’addio alle piattaforme petrolifere su terra e in mare che miriamo a raggiungere nel giro di pochi anni”. Così, in una nota, il presidente della commissione Industria e Commercio del Senato Gianni Girotto (M5S). “Chi grida ai posti di lavoro a rischio fa propaganda di basso profilo: tutti sappiamo che con lo sviluppo delle energie rinnovabili c’è la possibilità di moltiplicare i livelli occupazionali e gli investimenti nel giro di pochissimo tempo. Quello di oggi è solo l’inizio, perché non possiamo continuare a sfregiare il nostro territorio in nome di una strategia energetica che non esiste più. Dobbiamo iniziare a pensare a un’Italia energeticamente, e quindi politicamente, più indipendente”, conclude l’esponente 5 Stelle.